Public speaking: 5 regole per essere infallibile

Essere incisivi e persuasivi utilizzando la comunicazione non sempre è facile: ti sarai resa conto chi si occupa di public speaking deve essere in grado di coinvolgerti, emozionarti e incuriosirti. Parlare dal vivo, faccia a faccia, davanti a una platea, dopo un lockdown che ci ha rivoluzionato la vita costringendoci a vivere on-line, tra smart working, call e Netflix, non è da tutti. Ma seguendo queste 5 regole, e credendo (un po' di più) in te stessa, riuscirai ad essere infallibile.

Public speaking: le 5 regole vincenti

1. PREPARATI

Una delle regole principali del public speaking è quella di non arrivare mai senza un'adeguata preparazione, non solo sui contenuti, ma anche su tutti gli altri elementi che sono fondamentali da tenere in considerazione. Partendo dal tipo di discorso che si vuole fare (informativo, asseverativo, persuaviso, per citare i più comuni), oltre al cannovaccio è necessario preparare le note di regia, individuando gli stili del discorso (emotivo o modalizzante, ad esempio) e i registri del messaggio. Distaccato? Coinvolgente? Ironico? Provocatorio?

2. OCCHIO ALLA DIZIONE E ALL'INTONAZIONE DELLA VOCE

Durante un public speaking è importante parlare con chiarezza, con la giusta pronuncia, articolando i suoi e rispettando la punteggiatura. Un po' come per i doppiatori, i public speakers fanno intendere il modo in cui una determinata parola andrebbe scritta, se tra virgolette ("per fare un esempio"), o in stampatello (SOTTOLINEANDO CHE E' DAVVERO IMPORTANTE).

3. RIASCOLTATI

Me ne rendo conto io stessa quando, riascoltando le registrazioni dei miei podcast, lavoro sui punti di forza e di debolezza della puntata. Come avrebbe potuto andare meglio e come avrei potuto esprimere un determinato concetto in modo diverso, più semplice, chiaro e diretto. Il tono di voce era quello giusto? Mi sono dilungata troppo? Sono stata ripetitiva? Se io avessi dovuto ascoltarmi, mi sarebbe piaciuto? Questo esercizio, utile tra l'altro anche se tu volessi un domani pensare di fare dei podcast, è molto importante, e devi svolgerlo cercando di essere il più obiettiva possibile, con la giusta criticità.

Struttura il tuo discorso in periodi brevi, non superando le tre frasi. Elimina gli incisi, non dilungarti aprendo parentesi infinite, resta sul pezzo. Soggetto, verbo, complemento. Richiama fatti e avvenimenti reali pertinenti per avvalorare le tue affermazioni, racconta aneddoti curiosi e allo stesso tempo interessanti, a titolo esemplificativo. E se già a metà del lavoro.

4. LA PRESENZA (SCENICA), ELEMENTO CHIAVE PER IL PUBLIC SPEAKING

Se è vero che non devi essere per forza su un palco, hai da parlare intrattenendo il pubblico. L'emissione del fiato è quindi fondamentale, che puoi controllare con alcune tecniche di respirazione e con il controllo del diaframma. La voce deve essere "piena", la postura richiede il giusto equilibrio di tutto il corpo, sia che tu stia in piedi o ti sieda, per evitare le contrazioni muscolari e, soprattutto, i "tic" nervosi dovuti alla cosiddetta ansia dell'oratore in preda al panico da public speaking. Non sottovalutare, poi, il famoso gioco dello sguardo, con il quale puoi "agganciare" di volta in volta uno spettatore, e quando ci riesci, hai vinto.

5. RISPETTA I GIUSTI TEMPI

Fare uno speech rispettando i tempi giusti può sembrare impossibile quando il tuo intervento è di 10 minuti e tu avresti da parlare per delle ore, o viceversa. Niente paura, ce la puoi fare. Basta che tu sia preparata sull'argomento e rispetti quanto scritto finora. "Tutto a posto", ripetiti prima di iniziare. E se ti sembra una frase familiare, non c'è da stupirsi, visto che è una delle battute iconiche di Olivia Pope, una che di public speaking per la Casa Bianca ne ha fatti parecchi, anche se più che per la sua tenacia e fiducia nelle sue capacità nel raggiungere sempre e comunque gli obiettivi che si prefissa, è famosa per essere l'amante del Presidente. (Te pareva, potrebbe sembrare il classico cliché, invece ti stupirà la serie!). Se non sai di chi sto parlando e soprattutto non sai che guardaroba che ha, preparati per una maratona di Scandal su Amazon Prime. Tra vino e popcorn (guardare per capire), avrai molti spunti da cui trarre beneficio, e alla fine non potrai che brindare con l'immancabile tazza che ti ricorda il tuo nuovo motto: "Tutto a posto".

Author image

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e digital marketer, con la passione dei viaggi, per scoprire nuove culture e vivere avventure degne di una serie su Netflix. Possibilmente con il guardaroba di Olivia Pope.
  • Bergamo